Via Curiel 8, un film d’animazione di Mara Cerri e Magda Guidi

via-curiel8

Via Curiel 8, un film d’animazione di Mara Cerri e Magda Guidi

via-curiel84 dicembre 2011 – 15 gennaio 2012
Pesaro, spazi della Chiesa del Suffragio

 

Dalla collaborazione delle due illustratrici, nasce “Via Curiel 8”, un film d’animazione della durata di 10 minuti. La storia del film d’animazione è tratta dal libro illustrato “via Curiel 8” di Mara Cerri, pubblicato nel febbraio 2009 dalla casa editrice romana Orecchio Acerbo e descritto sulle pagine della rivista Lo Straniero, diretta da Goffredo Fofi, come “un racconto per immagini armonico e speculare. Di grande economia e di massima tensione simbolica, secondo un’idea di magico oggi sempre più rara, per via della sua delicatezza e profondità e della sua capacità di andare oltre il reale verso un’idealità insolita”.

Questo progetto filmico ha vinto nel 2008 il Premio della Giuria e il Premio Arte France presso il Festival Internazionale di Annecy: e’ una co-produzione franco-italiana di Sacrebleu Productions, Les Fims du Cygne, Mara Cerri e Magda Guidi, con la partecipazione di Arte France, la regione francese Rhône Alpes ed il Centre National de la Cinématographie et de l’Image Animée.
La colonna sonora del film è firmata da Stefano Sasso e Mara Cassiani e gli scatti di tutti i fotogrammi sono stati realizzati da Federico Tamburini. Il montaggio è di Mara Cerri, Magda Guidi e Boubkar Benzabat.

Mara Cerri e Magda Guidi realizzano nell’arco di quasi due anni più di 4000 disegni dipinti a mano, in acrilico su carta: saranno in mostra una selezione di più di 100 disegni originali che compongono il film, disposti in sequenze progressive che svelano e raccontano il movimento dei personaggi nelle sbavature e nella stratificazione del colore.
Nella parete centrale dello spazio prende vita la proiezione del film: ” bello perché fragile, delicato come un sogno, misterioso come una visione, leggero come una folata di vento, malinconico come una carezza ricordata” come descritto dal critico cinematografico, Federico Rossin.

La mostra sarà anche l’occasione per scoprire materiale e riprese inedite, sequenze rimaste nell’incertezza della matita e mai utilizzate nel montaggio definitivo.
“La seconda volta che ho visto il film mi sono fatto prendere dai buchi narrativi, da tutto ciò che non dite, non mostrate, non raccontate. E la testa parte davvero a costruire infinite altre immagini, a cercare ai lati dello schermo quello che non c’è, a immaginarsi cosa è accaduto/potrebbe accadere/non accadrà mai” così descrive le sue sensazioni Emilio Varrà dell’Associazione Culturale Hamelin di Bologna.

Coronano il percorso due grandi tavole dipinte, che ritraggono la bambina protagonista di “via Curiel 8”, realizzate per il manifesto e la cartolina della mostra.

Nella saletta video della Chiesa del Suffragio, lo spettatore potrà visionare il documentario di Carlo Cancellieri che ha seguito con la sua camera da presa tutte le fasi di realizzazione del film.

Un incontro con le autrici, Fausta Orecchio e Simone Tonucci (Orecchio Acerbo Editore) è previsto per il giorno 17 dicembre dalle ore 16.30 alle ore 18.30 presso la Biblioteca San Giovanni di Pesaro.
Oggetto dell’incontro sarà una riflessione sulla trasposizione filmica del libro.
L’incontro toccherà in maniera trasversale anche la formazione di Mara Cerri e Magda Guidi, quindi la Scuola del Libro di Urbino che in coincidenza di eventi espone nello stesso periodo presso diversi spazi della città.

Info: Centro Arti Visive Pescheria Pesaro

 

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.