Memoriale del Convento: Kounellis

jannis_kounellis_medium

Memoriale del Convento: Kounellis

jannis_kounellis_mediumConvento dei Servi di Maria di Monteciccardo, Pesaro-Urbino
Dal 26 giugno al 16 ottobre 2011
A cura di Ludovico Pratesi e Olimpia Eberspacher

Il titolo del ciclo, tratto dal un celebre romanzo dello scrittore portoghese Josè Saramago, sottolinea la particolare natura del luogo che ospita la mostra: un convento del Seicento immerso nel paesaggio marchigiano.

Jannis Kounellis interpreta Monteciccardo come luogo di meditazione e riflessione, attraverso quattro installazioni ospitate nelle celle del conventino. Due sono composte da sedie in legno disposte in circolo: “Ogni cerchio è un coro, una litania o la corona di un rosario, e non sappiamo se celebra un matrimonio o piange un funerale”, spiega l’artista. Opere che rafforzano la memoria di ritualità composte, scandite da ritmi legati ai cicli naturali del tempo. Un esistenza all’insegna dell’ora et labora, che l’artista rievoca attraverso visioni sospese tra realtà e simbolo, mentre le altre due opere si confrontano con la dimensione del quotidiano, espressa attraverso relazioni simboliche tra oggetti di uso comune.

“Monteciccardo ti ha suggerito una mostra silenziosa, con un ritmo giocato su pieni e vuoti, come una partitura musicale, composta da note e pause. Perché il suono da peso al silenzio, e viceversa. Così hai deciso di abitare le stanze del conventino, di carpirne l’antico genius loci per rinominarlo senza modificare la sua essenza, ma rianimandola per condurla nel territorio del nostro quotidiano” scrive Ludovico Pratesi.

Il catalogo della mostra, pubblicato da Silvana Editoriale, contiene una lettera all’artista di Ludovico Pratesi e le riproduzioni delle opere esposte.

Info: Comune di Monteciccardo, orari dal venerdì alla domenica ore 18,00-20,00 o su prenotazione

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.