Giornate FAI di Primavera

giornatefaiprimavera2016-2 - Copia

Giornate FAI di Primavera

giornatefaiprimavera2016-2 - Copia19-20 marzo 2016

 

La ventiquattresima edizione delle Giornate del FAI di Primavera, in programma sabato 19 e domenica 20 marzo, con oltre 900 visite straordinarie, a contributo libero, in 380 località in tutte le regioni d’Italia, è il più importante evento di piazza dedicato al patrimonio culturale, storico, artistico e ambientale.
Un week-end per scoprire angoli di bellezza del nostro paesaggio e dei nostri beni culturali e di capire quanto sia importante continuare a curarli con rispetto.

 

Gli appuntamenti in programma :

Info: tutte le aperture in Italia

 

23 sono i luoghi visitabili nella provincia di Ancona. Indichiamo due luoghi di Ancona, che hanno una destinazione “pubblica” di grande importanza e che dimostrano come la bellezza e la storia aiutino sempre lo sviluppo della cultura e della democrazia. Villa Favorita Scuola e Centro Studi a rappresentare tutta l’imprenditorialità e la creatività dei marchigiani;Palazzo degli Anziani oggi sede del Comune, rimembrando splendori medievali.

 

Villa Favorita, sede ISTAO (Ancona): dimora storica signorile di proprietà del conte Luigi Ricotti, è parte di un complesso edificio costituito anche dalla Scuderia, dalla Limonaia, dal “giardino d’inverno”‘ e da un annesso colonico. Il complesso è situato al centro dei possedimenti extraurbani della famiglia Ricotti in località Baraccola, a sud della città di Ancona. Esso è stato realizzato a partire dalla fine del Settecento e completato nel corso dei primi dieci anni dell’Ottocento. Dal 1998 è sede dell’Istituto superiore di studi economici Adriano Olivetti (ISTAO), fondata da Giorgio Fuà che ne ha sostenuto il restauro iniziato nel 1989 e completato nove anni dopo. Orari d’apertura: sab-dom 10.00 – 12.30 / 15.00 – 18:00

 

Il Palazzo degli Anziani (Ancona) secondo la tradizione ha origini antichissime; sarebbe stato costruito infatti per volere di Galla Placidia, tutrice del figlio Valentiniano III e quindi a tutti gli effetti governatrice dell’impero romano d’occidente nel V secolo d.C. Distrutto dai Saraceni nell’839, fu sede delle magistrature cittadine sin dall’alto Medioevo, mentre a partire dall’XI secolo, con la nascita della Repubblica di Ancona, divenne il luogo dove si riuniva il Consiglio degli Anziani, da cui prende il nome.
L’edificio attuale venne eretto nel 1270 in stile romanico-gotico su disegno di Margaritone d’Arezzo, secondo una notizia riportata da Giorgio Vasari. L’aspetto attuale si deve a rimaneggiamenti successivi, in particolare ad un rifacimento di fine ‘500 ad opera di Pellegrino Tibaldi dopo che il palazzo era andato a fuoco più di secoli prima. La conformazione del terreno molto scosceso, ha determinato la sua particolare forma architettonica. Orari d’apertura: sabato 10.00 – 12.30 / 15.00 – 18.00; domenica 10.00 – 12.30 / 15.00 – 18.00

 

 

 

 

 

palazzo-degli-anziani 

Palazzo degli Anziani, Ancona 

 

villa-favorita-istao

 Villa Favorita, Ancona

 

 

 

 

 

 

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.