da Roberto Papini a Michelangelo Pistoletto. Arte povera e Riciclo

papini8 - Copia

da Roberto Papini a Michelangelo Pistoletto. Arte povera e Riciclo

papini8 - Copia

 

Ancona, Museo Tattile Statale Omero, Mole Vanvitelliana

20 Luglio – 28 Agosto 2016 – Prorogata al 10 dicembre 2016

 

L’ininterrotta attività di Roberto Papini, dal 2011 ai giorni nostri con opere realizzate attraverso un largo impiego di materiali di scarto artisticamente riciclati è in mostra fino al 28 agosto al Museo Tattile Omero alla Mole Vanvitelliana. Una girandola di forme, materie e colori nel lavoro dell’eclettico e prolifico artista di Ancona allestita in dialogo con la grande opera “L’Italia riciclata” di Michelangelo Pistoletto, massimo esponente dell’arte povera. Massimo Di Matteo , insieme a Walter Paoletti hanno voluto rendere omaggio alla freschezza dell’ultimo lavoro del novantenne artista anconetano: “Appaiono evidenti la creatività alternativa, l’ironia costante, la fantasia e la giocosità intelligente, così magistralmente espresse da Papini in queste sue opere – ultime solo in ordine di tempo – e, oltre l’appagamento dei sensi che può derivare dall’approccio alle stesse, colpisce la sua testimonianza di vita da serbare come possibile e prezioso viatico.” Una mostra dove “lo scarto”, la minutaglia tornano protagonisti: i quadri di Roberto Papini si fanno “portatori di una diversa armonia o del misticismo universale dell’Artista e possibili simboli di una umanità recuperabile e riscattabile.

 

Info: Museo Omero

 

 

 

 

 

 

Audiointervista di Loredana Cinti a Aldo Grassini

{s5_mp3}images/stories/mp3/mostra-papini-agosto.mp3{/s5_mp3}

 

 

 

IMG 9129.CR2 - Copia

 

papini6

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.