Da Raffaello. Raffaellino del Colle. Palazzo Ducale, Urbino

Da Raffaello. Raffaellino del Colle. Palazzo Ducale, Urbino

Fino al 13 ottobre 2019

Palazzo Ducale dedica una monografica a Raffaellino del Colle, fedele seguace di Raffaello

Una monografica, a cura di Vittorio Sgarbi, dedicata al seguace di Raffaello per scoprire segreti e vicende forse ancora poco note. Si ripercorre cioè l’attività del maestro biturgense discepolo del “divin pittore” che, pur essendo stato largamente attivo nelle Marche, pretende  giustamente una rivalutazione storica e di una promozione e conoscenza. A Palazzo Ducale sono infatti riunite alcune delle sue opere più rappresentative provenienti da chiese e musei di Roma, Cagli, Mercatello sul Metauro, Perugia, Piobbico, Sansepolcro, Sant’Angelo in Vado, Urbania, Urbino.
Due opere di Raffaello provenienti dalla raccolta dell’Accademia Nazionale di San Luca a Roma: una tavoletta, pressoché inedita, raffigurante la Madonna con il Bambino e l’affresco staccato con Putto reggi festone aprono magnificamente il percorso espositivo, per poi proseguire altrettanto maestosamente con Raffaellino. Si evince così come Raffaellino del Colle (Sansepolcro, 1495–1566), non sia solo fedele ed intelligente seguace di Raffaello (Urbino, 1483–Roma, 1520), ma brilli di luce propria e di una qualche spiccata pregevole ideazione. Certo che all’ombra di cotanto maestro, la fiamma a volte si affievolisce fino a spegnersi. Cosa che vuole impedire questa mostra, che pure da il via alle celebrazioni ad Urbino per il cinquecentenario della morte di Raffaello Sanzio.

Info: la mostra

Didascalia dell’immagine in alto: Raffaellino del Colle, Purificazione della Vergine, 1535-36 (particolare)

 


Raffaello, Putto reggifestone, 1511-12


Raffaellino del Colle, Santa Caterina d’Alessandria, 1527-30


Raffaellino del Colle, Madonna del Velo con gli Arcangeli Gabriele Raffaele Michele, 1531-32


Raffaellino del Colle, Sacra Famiglia con San Giovanni Battista, 1560

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.