CERN e INFN nelle Marche

ferroni-spacca-2

CERN e INFN nelle Marche

ferroni-spacca-2Come nasce l’innovazione? E come la ricerca e la tecnologia di frontiera sono un’opportunità? Lo ha dimostrato l’incontro di questi giorni ad Ancona, alla Loggia dei Mercanti (una splendida sede che la locale Camera di Commercio valorizza e cura in modo esemplare), che ha visto la Regione Marche con il presidente Gian Mario Spacca, aprire una collaborazione con il CERN (Centro Europeo Ricerche Nucleari) e l’INFN (l’Istituto nazionale di Fisica Nucleare) che mette in dialogo soggetti economici, realtà produttive e presidi culturali offrendo opportunità significative per l’intero sistema regionale. La ricerca applicata, il trasferimento tecnologico e di conoscenze rappresentano fattori di crescita determinanti nel nuovo e difficile contesto competitivo. Per questo avere come interlocutori e collaborare CERN e INFN è un importante opportunità di crescita e di sviluppo del know-how, oggi sempre più indispensabile.
Come qualcuno afferma, un tempo si chiamava “ricerca sulla scienza nucleare”, oggi la chiamiamo “ricerca sui componenti fondamentali dell’universo”.

 

Immagine a lato: Fernando Ferroni, presidente INFN, e Gian Mario Spacca, presidente Regione Marche

 

Info: Regione MarcheCERNINFN

 

 

relatori-cern2

Da sinistra: Speranza Falciano, giunta esecutiva INFN, Fernando Ferroni, Gian Mario Spacca e Sandro Centro, responsabile relazioni industria italiana – CERN

 

convegno-cern

Il convegno

 

Valentina Paciello

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.