Lunedì 23 Luglio 2018
Home
XVI Biennale di Architettura, Padiglione Italia, Venezia Stampa E-mail

padiglione-italia venezia 2018 324-241

ARCIPELAGO ITALIA. PROGETTI PER IL FUTURO DEI TERRITORI INTERNI DEL PAESE - Fino al 25 novembre 2018

 

Ascoltare e parlare con le persone. Partecipare, collaborare, condividere: questa la partenza del progetto mostra che Mario Cuccinella porta al Padiglione Italia. Quelli interni sono circa il 50% del'intero territorio, con il 51 % del totale dei Comuni. Oltre il centro urbano; oltre i grattacieli; oltre i musei, lo shopping elegante...oltre! Fino ad arrivare altrove; un fuori porta che ci catapulta al kilometro zero del nostro personale immaginario, del nostro visibile più inesplorato. Siamo nel verde, tra montagne e colline, spesso foreste; piccoli borghi arroccati e oggi indifesi da calamità e speculazione, da grossolani errori di progettazione, o di progettazione mancata. Zone bellissime, ma bisognose di aiuto, che a volte rischiano abbandono e spopolamento. Con Cuccinella un ottimo gruppo di curatori, ma non si tratta di una tradizionale curatela, bensì di un nuovo modo di lavorare e di intendere sia i luoghi, che le persone, che le architetture possibili o impossibili! Ci sono esempi virtuosi: qualche parcheggio, una baita, una pedonale. A volte si tratta di iniziative che restano per lo più sconosciute ma che ergono veri e propri baluardi contro il degrado, o lo sfruttamento improprio e innaturale di un territorio. Ma i casi positivi sono assai pochi. Anche nelle zone da ricostruire dopo una calamità o dopo il sisma come nell'Italia centrale, rarissimi sono gli esempi di architettura contemporanea di qualità. La qualità è per lo più assente.
Alcune buone sperimentazioni però, tra mille fatiche e ostacoli, vanno avanti. Come il ripristino nelle Foreste Casentinesi della lavorazione del legno, incentivando la costruzione, a scopi non solo turistici, di capanne in faggio lamellare; oppure l'ideazione di centri di aggregazione e di incontro in profondità, sotto il centro storico danneggiato dal terremoto e quasi precluso di Camerino; oppure una nuova prassi e conseguenti servizi sanitari per la più longeva della popolazioni, come quella della Barbagia. Non si vuole salvare o ripristinare un passato che difficilmente può tornare, ma si cerca di perseguire un obiettivo di vita e non di sopravvivenza innestando ulteriori energie umane e culturali. Evitare l'abbandono e spesso lo spopolamento di zone bellissime richiede attenzione, risorse, ma soprattutto amore. E Cuccinella ce lo dimostra.

 

Info:   artribune

 

padiglione-italia4 - 324-241

 

padiglione-italia venezia 2018-2 -324-241

 

Ultimo aggiornamento Martedì 19 Giugno 2018 14:22
 

Your are currently browsing this site with Internet Explorer 6 (IE6).

Your current web browser must be updated to version 7 of Internet Explorer (IE7) to take advantage of all of template's capabilities.

Why should I upgrade to Internet Explorer 7? Microsoft has redesigned Internet Explorer from the ground up, with better security, new capabilities, and a whole new interface. Many changes resulted from the feedback of millions of users who tested prerelease versions of the new browser. The most compelling reason to upgrade is the improved security. The Internet of today is not the Internet of five years ago. There are dangers that simply didn't exist back in 2001, when Internet Explorer 6 was released to the world. Internet Explorer 7 makes surfing the web fundamentally safer by offering greater protection against viruses, spyware, and other online risks.

Get free downloads for Internet Explorer 7, including recommended updates as they become available. To download Internet Explorer 7 in the language of your choice, please visit the Internet Explorer 7 worldwide page.