Venerdì 25 Maggio 2018
Home Press Stampa Il Quattrocento a Fermo. Tradizione e Avanguardie da Nicola Di Ulisse a Carlo Crivelli
Il Quattrocento a Fermo. Tradizione e Avanguardie da Nicola Di Ulisse a Carlo Crivelli Stampa E-mail

vittore-crivelli-324-241

Chiesa di San Filippo, Fermo

Fino al 2 settembre 2018

 

La bella rassegna, a cura di Alessandro Marchi con Giulia Spina, fa parte del progetto di valorizzazione del patrimonio culturale regionale "Mostrare le Marche".

Cinque le sezioni che compongono il percorso espositivo della mostra di Fermo: Fermo 1442: Nicola di Ulisse da Siena al Girfalco; Rinascimento ed Antico: toscani, veneti, tedeschi e fiamminghi dalle coste all'Appennino; Pittori tardogotici alla metà del Quattrocento: Marino Angeli, Pierpalma e Lorenzo da Fermo; Fermo 1468-1479: la città di Carlo e Vittore Crivelli e Dalle chiese e dai castelli: miniature, oreficerie, tessuti e ceramiche.

In mostra alcuni importanti capolavori: il Polittico di Sant'Eutizio di Nicola di Ulisse da Siena, che arriva da Spoleto ed è appena restaurato dopo il terremoto del 2016, il Cristo Risorto sempre di Nicola di Ulisse, opera visibile solo in mostra poiché il Museo di Castellina da cui proviene è oggi impraticabile, la Madonna in Umiltà con santa Caterina, Crocifissione, un dipinto di grande pregio di Andrea Delitio, il Polittico di Massa Fermana di Carlo Crivelli, che è la prima opera marchigiana dell'artista veneziano a cui la mostra dedica una notevole sezione insieme ad alcune opere del fratello Vittore Crivelli. Fra gli oggetti di arte quattrocentesca esposti, come oreficerie o tessuti è poi un gruppo di opere ceramiche: boccali e piatti dell'Officina 'Sforzesca' di Pesaro della seconda metà del Quattrocento fra cui un preziosissimo Boccale con volto di donna a rilievo, un Boccale con decoro alla foglia gotica detta 'cartoccio', ed un terzo Boccale con stemma dipinto.

La rassegna è anche occasione per visitare la città di Fermo e la sua splendida piazza tra le più belle d'Europa.

 

Info: Regione Marche

 

Audio intervista di Loredana Cinti al curatore della mostra Alessandro Marchi

 

 

Immagine in alto: Vittore Crivelli, Madonna adorante il Bambino, 1479 (particolare)

 

V Crivelli Crocifissione 

Vittore Crivelli, Crocifissione, 1490 circa (particolare)

 

Madonna in trono con Bambino e angeli

Pittore del Girfalco (Lorenzo di Ugolino), Madonna col Bambino in trono e due angeli adoranti, 1445-50 circa
(particolare)

 

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 26 Aprile 2018 15:08
 

Your are currently browsing this site with Internet Explorer 6 (IE6).

Your current web browser must be updated to version 7 of Internet Explorer (IE7) to take advantage of all of template's capabilities.

Why should I upgrade to Internet Explorer 7? Microsoft has redesigned Internet Explorer from the ground up, with better security, new capabilities, and a whole new interface. Many changes resulted from the feedback of millions of users who tested prerelease versions of the new browser. The most compelling reason to upgrade is the improved security. The Internet of today is not the Internet of five years ago. There are dangers that simply didn't exist back in 2001, when Internet Explorer 6 was released to the world. Internet Explorer 7 makes surfing the web fundamentally safer by offering greater protection against viruses, spyware, and other online risks.

Get free downloads for Internet Explorer 7, including recommended updates as they become available. To download Internet Explorer 7 in the language of your choice, please visit the Internet Explorer 7 worldwide page.